Areas of Advice

  • No categories

The Advice Archive

Latest comments

Therapists in Italy

The following is a list of therapists in Italy. For therapists elsewhere, see Therapists by region.
Il seguito è un elenco di terapisti in Italia. Per i terapisti, vedere altrove i Terapisti dalla regione.

Disclaimer: Listings are for information purposes only and do not constitute recommendations by T-Vox. All websites listed here are outside of our control; T-Vox is not responsible for their content.
L’esonero dalle responsabiilità: Gli elenchi sono per gli scopi di informazioni e non costituiscono solo di raccomandazioni da T-Vox. Tutti i siti web elencati sono qui l’esterno del nostro controllo; il T-Vox non è responsabile del loro contenuto.

Bologna

Dott.ssa Paola Mutinelli
via D’Azeglio
+39 051 582810

Dott.sse Stella e Nadalin
c/o Centro M.I.T.
via Polese 15
+39 051 271666

Genova

Dott. Davide Dettore
via Sturla, 4
+39 010 3777718

Dott.ssa Lucia Spada
+39 349 2371778

Milano

Dott.ssa Silvia Cipolli
+39 347 0781287

Dott.ssa Diamante Hartmann
c/o Ospedale Niguarda (reparto Psichiatria 1)
+39 026 4442512 oppure +39 026 4442143
E-mail: spdc.psichiatria1@ospedaleniguarda.it

Dott.ssa Roberta Ribali
via Cosimo del Fante 2
Milano (MI)
+39 025 8311417
E-mail: rribali@tin.it

Desio

Dott.ssa Francesca Manzotti
+39 338 2792628
E-mail: francescamanzotti@alice.it

Monza

Dott.ssa Claudia Frare
via Ugo Foscolo
+39 339 8297143

Padova

InterattivaMente. Centro di Psicologia Giuridica – Sessuologia Clinica – Psicoterapia
Il Centro si trova in Via Rezzonico, 22 – 35131 Padova, nelle vicinanze del Tribunale Nuovo, della Fiera, della Stazione SITA di Piazzale Boschetti e della Stazione Ferroviaria. Grazie alla sua collocazione strategica, risulta facilmente raggiungibile in auto, in treno e in corriera. La zona circostante offre ampia possibilità di parcheggio.
http://www.interattivamente.org/
Auto: dall’uscita A4 di Padova Est procedere sempre dritti in direzione Fiera e Tribunale Nuovo.
Treno: procedere a piedi (5 minuti) o in autobus (linea n. 18).
Stazione SITA di Piazzale Boschetti: 3 minuti a piedi.
Segreteria del Centro +39 049.9875002

Il Centro offre un Servizio di Assistenza Psicologica volto a sostenere le situazioni di disagio incontrato dalle persone direttamente o indirettamente coinvolte nelle problematiche riguardanti l’identità di genere o l’orientamento sessuale.
Il Centro risponde sia alle esigenze dei singoli, che alle richieste delle coppie e delle famiglie che vivono con difficoltà l’omosessualità, la transessualità o la disforia di genere di uno dei componenti.
Inoltre, fornisce un supporto psicologico ai genitori che vivono con preoccupazione lo sviluppo identitario e sessuale dei figli nell’infanzia o nell’adolescenza.
Sostegno e Counseling psicologico
Fornire informazioni e chiarimenti sulle questioni legate all’orientamento sessuale e allo sviluppo dell’identità di genere.
Sostenere la persona omosessuale, transessuale o transgender nell’affrontare le problematiche legate alla famiglia, al lavoro e alle relazioni sociali.
Aiutare il/la partner e la famiglia nell’affrontare il complesso e doloroso percorso di accettazione dei problemi annessi all’orientamento sessuale e all’identità di genere.
Psicoterapia e omosessualità
Il percorso psicoterapeutico consente di affrontare le difficoltà legate all’accettazione di se stessi (omofobia interiorizzata), alla rivelazione del proprio orientamento sessuale (outing), alla gestione delle relazioni familiari, sentimentali e sessuali, alla costruzione di una progettualità di vita che risulti soddisfacente.
Psicoterapia e transessualità
Il percorso psicoterapeutico si articola per passaggi successivi, nel pieno rispetto degli standard e delle linee guida d’intervento previste dall’O.N.I.G. (Osservatorio Nazionale sull’Identità di Genere):
Analisi della domanda e valutazione della sussistenza dei criteri di eleggibilità rispetto all’avvio del percorso di rettificazione dell’identità di genere (DSM IV-TR/ICD 10): indagine della personalità e del contesto socio-familiare di appartenenza, al fine di evidenziare le motivazioni, le aspettative e le circostanze che hanno portato la persona alla richiesta di riattribuzione di sesso, verificando quanto questa possa inscriversi nel quadro di una problematica di identità di genere.
Precedenza alle procedure terapeutiche comunemente adottate in presenza di diagnosi di rilievo psichiatrico o di altre problematiche psicologiche (ad es. tossicodipendenza) la cui risoluzione viene ritenuta prioritaria rispetto alla richiesta di riconversione medico-chirurgica di sesso.
Avvio di un progetto di presa in carico integrata e individualizzata, dietro parere concorde degli altri professionisti interessati: endocrinologo, chirurgo plastico, psichiatra.
Consolidamento dell’identità di genere soggettivamente percepita attraverso lo sviluppo di un rapporto psicoterapeutico costante, teso alla verifica dell’assunzione di responsabilità nei confronti delle proprie scelte, così come all’elaborazione delle annesse modificazioni ormonali e somatiche e all’approfondimento delle esperienze interpersonali e sociali coinvolte nel percorso di adeguamento dell’identità di genere.
Elaborazione del conflitto di identità e dei conflitti cognitivo-emozionali che si presentano durante il percorso psicoterapeutico.
Gestione delle problematiche presenti a livello sessuale e di relazione.
Sostegno nel fronteggiare le difficoltà incontrate a livello familiare, sociale e lavorativo.
Accompagnamento durante “L’esperienza di vita” [1] nel ruolo di genere prescelto durante il percorso di preparazione alla riattribuzione chirurgica di sesso (RCS), secondo modalità e tempi stabiliti in accordo con gli altri professionisti coinvolti (endocrinologo, chirurgo plastico, psichiatra), e comunque di durata non inferiore ad un anno.
Predisposizione di incontri di follow-up generalizzati (a 6 mesi, 1 anno, 2 anni dalla RCS), con la finalità di appurare la qualità dell’inserimento sociale e la bontà delle condizioni psico-fisiche legate agli interventi di adeguamento effettuati.
Note: Seppur non specificato dalla Legge 164/82, l’iter psicologico è ritenuto essenziale dalle strutture nazionali che hanno approvato e recepito gli standard italiani sui percorsi di adeguamento dell’Osservatorio Nazionale sull’Identità di Genere e e dalle maggiori organizzazioni internazionali tra cui The Harry Benjamin International Gender Dysphoria Association Inc. – HBIGD.
Dott. Marco Inghilleri
+39 3498632076
E-mail: marco.inghilleri@ordinepsicologiveneto.it
Psicologo-psicoterapeuta.

Dott.ssa Simona Luciani
+39 349 1854751
Psicologa-psicoterapeuta. Esperta in psicologia giuridica.

Reggio Calabria

Pellaro
Dott.ssa Rosa Calabrò
via Nazionale 409
+39 0965 359154; cell: +39 347 8114819

Sassari

Dott.ssa Alessandra Nivoli
c/o Università Psichiatrica S.Camillo
+39 079 254406 opppure +39 079 228350

Dott.ssa Giampiera Sechi
via Don Minzoni 30 (Sassari)
via Le Grazie 4 (Ozieri)
+39 349 7715527

Torino

Dott.ssa Maria Nicotra
via Peyron 23
+39 333 7376863

Dott.ssa Maria Teresa Molo via della Rocca 24/b
+39 011 8171483 oppure +39 011 882044

Treviso

Dott. Andrea Sales
Largo Altinia, 23
+39 0422580286
SMS only: +39 348 3301991
E-mail andreasales@centroparadoxa.org